Le ultime arrivate!

Succede molto spesso che all’ultimo momento non troviamo la pochette ideale da coordinare con un abito da cerimonia. Succede anche di non trovare la borsa giusta che sta bene con le scarpe nuove che abbiamo comprato.

A noi donne basta questo per rovinarci l’umore è avere una “crisi”. Aggiungiamoci anche che la useremo se non una, massimo 2 volte. La vogliamo bella, particolare, ma anche economica.

Potrei continuare all’infinito, ma per fortuna ho trovato la soluzione a tutto questo.

Borse su misura UNICHE, tutti i tipi e colori. L’importante è che ti ricordi di ordinarmela almeno 2 giorni prima che ti serve ?

L’ultima volta che vi ho parlato delle mie borse è stato un po’ di tempo fa, proponendovi dei modelli realizzati con il cordoncino. Ultimamente ho provato con successo nuovi materiali, ed eccovi qui le nuove proposte. Semplici, comode e uniche, realizzate solo per vuoi con il colore giusto e la grandezza che desiderate.

Oltre alle borse in pelle foderate – per capirci, quelle che trovano sempre spazio nell’armadio, vi voglio parlare delle pochette in gomma crepla, la mia ultima novità.

Un giorno prima di partecipare ad un matrimonio, dopo aver realizzato l’abito non ho avuto tempo di trovare la pochette giusta, e quelle poche che avevo trovato non mi piacevano o non mi stavano bene. Mentre ero in giro, attira la mia attenzione questo materiale. Lo tocco, lo studio bene, appena tornata a casa faccio delle prove con la macchina da cucire. Ed ecco qui alcune delle creazioni che hanno salvato la giornata a me, a un paio di clienti fortunate ?

Ideali per tutte le occasioni e per ogni gusto!

Ne vuoi una anche tu? Contattami!

Per non dimenticare

Per non dimenticare…
Il 27 gennaio 1945, i soldati sovietici liberavano il campo di concentramento di Auschwitz e ogni anno, in tutto il mondo, in questo giorno si ricordano tutte le vittime dell’ Olocausto.
Una pagina della storia da ricordare per insegnare all’umanità a non commettere gli stessi errori, a guardare indietro per costruire il futuro in modo migliore.

Nonostante lo sguardo critico verso il passato, la quotidianità ci mostra ogni giorno immagini che non vorremmo mai vedere. Gli uomini continuano a ricordare il passato, ma commettono gli stessi errori nel presente. Le immagini di esseri umani dietro muri di filo spinato, uomini e bambini che, oggi forse non avranno il “pigiama a righe”, ma gli occhi tristi della disperazione, sarebbero dovute rimanere solo nel ricordo di 70 anni fa e, invece, vengono riproposte, purtroppo, anche nel XXI secolo.
Anche questa volta ho contribuito anche io a ricordare tutte le vittime dell’Olocausto.

Il tessuto del vestito a righe , disegnato e realizzato per la rappresentazione di uno spettacolo di teatro , l’ho sentito, non solo al tatto sulle dita delle mie mani, ma dentro l’anima. Ho provato un miscuglio di emozioni in ogni fase della realizzazione del vestito: nell’ispirazione, nella creazione, nel taglio e nella semplicità della cucitura, in quelle righe che sono state simbolo dei campi di concentramento, nei colori cupi e neutri, nel grigiore dell’abbigliamento che rispecchia tanti quelle giornate che hanno segnato la storia.


Questo voleva essere un ricordo per non dimenticare, ma allo stesso tempo una speranza affinché le future ispirazioni artistiche non siano più basate su episodi tristi come quello dell’Olocausto.

Carnevale con abiti del 700′

Il Carnevale ha origini molto antiche, nata come festa religiosa, nel nostro tempo invece, è un Carnevale sociale, considerata la festa dell’allegria per eccellenza! Caratterizzato da colori,  schiamazzi, scherzi, maschere, balli e tanto altro. Carnevale è il connubio tra realtà e apparenza, confonde verità e finzione.


La cosa che più caratterizza questa festività è la Maschera, che deriva dal latino e significa “Persona”. In questo giorno tutti indossano “un’altra persona”, vogliono essere almeno per un giorno qualcun’altro.
Uomini e donne si recano a balli in maschera, sfilate variopinte, cercando di catturare in giro un po’ di gioia e allegria.

Teatranti che non frenano la propria felicità e mettono in scena spettacoli per grandi e per bambini.


Questo è il miglior periodo anche per uno stilista che può liberare la propria fantasia fra colori, orli, merletti e pizzi di ogni genere.
Io mi sono ispirata all’antico, ho disegnato e realizzato costumi d’epoca.

Realizzare abiti su misura di questo genere e stato molto impegnativo  ma anche divertente nello stesso tempo. ‘Buttarmi’ per un po’ di giorni nel mondo degli anni ‘700 mi ha arrichito moltissimo. Anni dove la moda non si faceva mancare proprio niente, importante era aggiungere più cose possibili 🙂

Dedico questo lavoro e questo articolo ad una persona speciale, la mia professoresa di taglio e cucito Angela Gassi, costumista teatrale e abile sarta. Un enorme grazie per quello che mi ha insegnato.

Scarpe fashion personalizzate

Le donne si innamorano sette volte in un anno, sei di queste sono per le scarpe.(Kenneth Cole)

È statisticamente provato che le donne amano i tacchi e se le si pone davanti al bivio del ‘tacco o non tacco’, le donne preferiscono orbitare sui 12 cm , anche se poi girano con un paio di ballerine rasoterra in borsa per qualunque tipo di evenienza.
Per essere più casual, ma allo stesso tempo eleganti in giornate dove la comodità è la miglior scelta, si dovrebbero indossare scarpe ginniche,  meglio se personalizzate. Ecco che nasce  la mia idea. Le nostre amate All Star Converse (chi di noi non ne ha almeno un paio in guardaroba) disegnate, colorate, ornate con perle e strass di ogni tipo, posizionate con cura fino a tracciare fantasie uniche.


Su base rossa o su base bianca, l’effetto è stupendo. I colori sono indelebili, resistenti al lavaggio e le perline fissate una ad una e cucite a mano. 


In questo modo ci possiamo inventare le nostre scarpe, seppur senza tacco vertiginoso, per ogni tipo di occasione!

Accessori ‘su misura’ ?

In una delle mie tante letture sulla storia e le origini del costume, sono rimasta affascinata dall’origine di uno degli accessori più cool del momento, tornato alla ribalta diventando un “must”, un accessorio che non può mancare nel guardaroba femminile . Sto parlando della “pochette”.Nonostante le origini molto lontane ( si parla di 1800) la pochette viene messa in mostra tutt’oggi in qualunque occasione, sul red carpet, feste, eventi, gala… insomma non manca mai!!

Allora perchè non realizzarne una su misura, del tuo colore preferito?? 

Le mie pochette sono realizzate rigorosomente a mano, intrecciando un filo colorato e spesso su di una retina di plastica a maglie larghe. Intrecciando il filo si creano motivi geometrici che danno un tocco moderno alla pochette. Uno stile minimal e casual, senza perdere la femminilità che la pochette può dare ad una donna. Bordaux e blu sono solo due dei tanti colori che si possono realizzare, oltre alle dimensioni adattabili ad ogni esigenza! Quindi cosa state aspettando?? Indossa anche tu la pochette AF ??