Accessori alternativi

C’è chi pensa bianco e chi pensa nero, le mie idee invece sono a colori.
Cosa può ispirare maggiormente questo arcobaleno di fantasia dentro di me se non… le Pochette ?
La borsa è il primo alleato del guardaroba di ognuno di noi, immancabile quando si tratta di completare il nostro outfit semplice da giorno o quello glamour da sera.
Con materiale semplice, ma allo stesso tempo elegante, ho creato le mie pochette multicolor, arricchite con glitter o perline.

Sono i dettagli di ciascuna a fare la differenza. Le pochette, realizzate rigorosamente a mano, sono adatte al carattere di ogni persona e per ogni tipo di occazione, che sia per una festa speciale, un ricorrenza particolare o semplicemente per sfoggiare un look differente ogni fine settimana.

Cosa aspetti a scegliere la tua preferita?

“Un vincitore è un sognatore che non si è mai arreso.”

Giovedì 19 luglio si è svolta, presso il Circolo Canottieri Barion la sfilata legata al concorso “L’Euro è di Moda” dove mi sono classificata con il 2° posto.

L’evento, oltre all’importante fine benefico (il ricavato è stato devoluto alle associazioni per la tutela dell’infanzia), aveva lo scopo di promuovere giovani stilisti come me che, con impegno, passione e dedidizione, hanno riprodotto abiti su taglia con le principali caratteristiche dell’estetica, della funzionalità e della vestibilità.

Undici stiliste hanno fatto sfilare le loro creazioni e, come si può intendere dal nome dell’evento, il tema a cui dovevamo ispirarci era l’Euro.

Il mio principale elemento di ispirazione, è stata la varietà di colori presenti sia nelle monete che nelle banconote. I colori spaziano dal rosso/corallo dei 10 euro, al blu dei 20, al giallo dei 200 e così via.

Ho lavorato cercando di trasmettere, con i tessuti, ogni sfumatura di colore, al buio e alla luce, del nostra valuta.

Nell’abito da giorno ho richiamato principalmente il blu dei 20, il giallo dei 200 e il viola dei 500 euro, anche se nei dettagli del collo, della cinta e nella borsa sono richiamati anche il verde dei 100 e la forma della colonna laterale delle banconote.
Il giorno è luce, é vita… così come mostrano i colori vivaci dell’abito.
Lo stile é l’affermazione della donna nel 21 secolo, una donna in carriera e sicura di sé.

Nel classico abito da cerimonia ho scelto di richiamare come colore quello corallo della 10 euro. Un colore vivace, estivo e alla moda, e come stile e taglio un elegante tutone. Il tutto ornato, sulla parte alta del tutone, da “monete” color rame.

In abbinamento con questo abito ho realizzato una pochette sempre su base corallo, decorata con tante piccole “monete”.

L’abito da sera è il connubio di quattro diverse banconote: il blu dei 20, il verde dei 100 e il giallo dei 200 euro, il viola dei 500.

Come la maggior parte delle cose che hanno un inizio ed una fine, anche l’euro inizia da una base bianca su cui si stampano i diversi tagli, per la precisione sette, in diversi colori. L’abito rappresenta l’origine delle banconote con i dettagli colorati dei vari tagli.

Come ogni opera d’arte, l’euro è soggetto spesso a contraffazione e ci capita spesso che, per riconoscere un falso dal vero, lo si metta in controluce per veder appare la filigrana argentata. Ecco che al buio, illuminando l’abito, appaiono filigrane argentate a forma di stelle (purtroppo nella paserella non e stato possibile vedere questo effetto per via delle luci).

Tutti gli abito sono stati accompagnati da accessori realizzati da me. Sono stata molto felice di partecipare a questo concorso e ad arricchire la mia esperienza, confrontarmi con gli altri giovani stilisti, guardare i miei limiti per cercare di migliorare ogni giorno.

Il mio più grande pregio è quello di non mollare mai, perchè una sognatrice come me non si arrenderà mai nel cercare di realizzare i propri sogni!

Ringrazio per l’opportunità datami la Prof.ssa Florisa Sciannamea regista e direttore artistico della sfilata e l’organizzatrice Fanny Massimeo presidente dell’Eco Museo del Poggio in collaborazione con l’ Associazione Antiche Ville di Mola.

Senza dubbio un grande ringraziamento anche alle mie due amiche e colleghe Erminia e Anna, che mi hanno convinta a partecipare,  a tutte le modelle (in particolare Ilaria, Valeria, Valentina) che hanno reso i nostri abiti degni delle più famose passerelle internazionali di Alta Moda.

La serata è stata arricchita anche da:

Gavi’en – brand di costumi da bagno

32 Bijoux Bari

Studio Danza di Claudia Drago

Nouvelle Esthetique Academíe che con tutta la loro passione hanno fatto uno splendido lavoro

Favia Calzature

Alla prossima!

Scarpe fashion personalizzate

Le donne si innamorano sette volte in un anno, sei di queste sono per le scarpe.(Kenneth Cole)

È statisticamente provato che le donne amano i tacchi e se le si pone davanti al bivio del ‘tacco o non tacco’, le donne preferiscono orbitare sui 12 cm , anche se poi girano con un paio di ballerine rasoterra in borsa per qualunque tipo di evenienza.
Per essere più casual, ma allo stesso tempo eleganti in giornate dove la comodità è la miglior scelta, si dovrebbero indossare scarpe ginniche,  meglio se personalizzate. Ecco che nasce  la mia idea. Le nostre amate All Star Converse (chi di noi non ne ha almeno un paio in guardaroba) disegnate, colorate, ornate con perle e strass di ogni tipo, posizionate con cura fino a tracciare fantasie uniche.


Su base rossa o su base bianca, l’effetto è stupendo. I colori sono indelebili, resistenti al lavaggio e le perline fissate una ad una e cucite a mano. 


In questo modo ci possiamo inventare le nostre scarpe, seppur senza tacco vertiginoso, per ogni tipo di occasione!

Personalizzazioni :)

Spesso a tutti noi capita di vedere un abito, una maglietta o un paio di pantaloni che non ci piacciono più ma non vogliamo nemmeno toglierli dal nostro armadio perché li vogliamo indossare ancora, perché addosso ci stanno così bene e sono così comodi che sarà difficile trovarli un altra volta.

A me e capitato molto spesso, ma la voglia di creare si é sempre svegliata in me al momento giusto, così mi capita molto raramente di svuotare l’armadio 😛

Questi giorni facendo il cambiamento di stagione ho visto in particolare un paio di jeans e un mio vestito che non ricordavo più di avere e mi sono piaciuti come nel momento in cui li acquistai. Ma mancava quel tocco in più e dovevano diventare ancora più carini e più miei.

Personalizzare non è difficile, basta aggiungere o togliere qualcosa ed é fatta, alla fine lo possiamo fare tutti, e a me piace sentire mio quello che indosso e per questo spesso e volentieri su i miei capi si trovano dettagli che all’inizio non li appartenevano, come le pietre nel risvoltino dei jeans o il ricamo di pietre sul vestito o meglio ancora i disegni.

15605_10206586699529920_3637356399809424179_n 10408741_10206100927545924_266811210157124021_n 11081156_10206504932045784_2184617447459807818_n Tutti abbiamo la libertà di giocare, inventare e creare. Un tocco innovativo, un tocco di personalizzazione e volare con la fantasia  🙂